Col sorriso, contro ogni barriera

iacopo melio

Col sorriso, contro ogni barriera

“Sono single per forza, non piglio l’autobus!”Iacopo Melio, classe ‘92, disabile dalla nascita.
Positivo e testardo ma soprattutto autoironico, dall’estate 2014 è diventato il paladino del web.
Tutto ebbe inizio sui social network con la campagna mediatica #vorreiprendereiltreno, scaturita da un blog post in cui Iacopo denunciava ironicamente l’impossibilità di trovare l’amore della sua vita a causa delle barriere architettoniche.

In pochissime ore l’hashtag è diventato virale e nel giro di pochi mesi ha coinvolto oltre 50 mila followers che hanno risposto all’appello inondanado Twitter e Facebook di foto che mostravano volti e cartelli con la scritta #vorreiprendereiltreno.

Gente comune, politici, attori, personaggi delle spettacolo, giornalisti, media nazionali ed internazionali, dalla BBC di Londra ad AlJazeera: tantissime persone si sono fatte portavoci di questa campagna.
Catturando il loro interesse con ironia, Iacopo è riuscito a portare alla luce un tema importante: la disabilità. E dopo il successo di questa prima campagna di sensibilizzazione, il 31 Gennaio 2015 nasce #vorreiprendereiltreno Onlus. Per far sì che l’attenzione catturata non si disperdesse ma si concretizzasse in progetti volti all’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali.

Perché l’Italia è ancora molto indietro sotto ogni fronte, purtroppo. – afferma Iacopo – Basta pensare non solo ai mezzi pubblici come treni e autobus, ma alle stesse città. Solamente una piccola parte dei negozi che troviamo in centro sono accessibili al 100%.

E quando si parla di barriere culturali?

Ancora peggio. Se per superare uno scalino possiamo contare sull’aiuto di qualcuno, sconfiggere l’ignoranza e la superficialità di chi parcheggia l’auto sullo scivolo dei marciapiedi o peggio ancora sul parcheggio per invalidi è un’impresa ben più dura da affrontare.

Ed è da qui che nasce la sua seconda iniziativa: Adesiviamoli tutti. Una pacifica lotta urbana a colpi di adesivi per combattere l’inciviltà. Due messaggi: Essere stronzi non è un handicap! e #Vorreiprendereiltreno, stampati su adesivi disegnati ad hoc dal famoso artista francese CLET, che dei cartelli stradali “rivisitati” ne ha fatto un mestiere. Tutti pronti ad essere attaccati sulle automobili parcheggiate nei posti dedicati ai disabili, sui marciapiedi in prossimità di scivoli o strisce pedonali, e in qualunque altro posto possano risultare un ostacolo per tutti i pedoni.

Adesivi Vorreiprendereiltreno_Clet

L’obiettivo era quello di smascherare i furbetti col vizio del parcheggio selvaggio ma soprattutto provare a cambiare una certa mentalità. Era l’estate del 2016 e in meno di un mese dal lancio della campagna su Worth Wearing gli adesivi erano già esauriti!
Un’esortazione goliardica a cercare parcheggio altrove ma al tempo stesso una vera e propria campagna di sensibilizzazione a mo’ di guerriglia underground contro le barriere architettoniche che ha permesso alla Onlus #Vorreiprendereiltreno di fare crowdfunding online.

Ma il suo inarrestabile attivismo civile impegnato per l’abbattimento delle barriere, non solo architettoniche ma soprattutto culturali, si è manifestato anche quando un utente di Tripadvisor si è lamentato della presenza di ragazzi in carrozzina nell’albergo dove era in vacanza:

“Ho prenotato questo viaggio per far divertire soprattutto i miei figli. Siamo arrivati e nel villaggio era presente una miriade di ragazzi disabili”. Con il titolo “Il pacco è servito” l’utente ha lasciato una stella al villaggio vacanze in questione per aver ospitato dei ragazzi disabili, intaccando a suo dire la serenità dei propri figli che sono stati costretti ad assistere al deprimente spettacolo di “persone che soffrono su una carrozzina”.

E Iacopo, carrozzato estroverso, solare e scandalosamente felice, gli risponde con un’ironia pungente:
“Caro testa a pinolo, la tua recensione insegna che ogni brutta storia va trasformata in opportunità”.
Così ha deciso di ribaltare la vicenda per sensibilizzare tutte le “teste a pinolo” – con accento toscano -lanciando una nuova campagna: una T-shirt che recita Keep Calm e io in vacanza ci vado.

In vacanza ci vado_Vorreiprendereiltreno

Un’anima così bella, come quella di Iacopo, ci insegna che non esistono disavventure abbastanza grandi da non poter essere trasformate in opportunità. Che la disabilità, quella vera, in fin dei conti, è di chi le barriere architettoniche e culturali, anziché abbatterle, le rende insormontabili.

A noi, come lui, gli ostacoli invece di saltarli piace abbracciarli.

Vorreiprendereiltreno_cecco e cipo &co

Già da tempo Iacopo ha uno store su Worth Wearing, in cui oltre agli adesivi della campagna Adesiviamoli tutti realizzati da CLET, ci sono oltre 30 T-shirt disegnate da alcuni dei più bravi illustratori e fumettisti, come Marco Gavagnin, Hikimi, Mauro Biani, Elia Colombo, il collettivo di Shortology e tanti altri. Sono tutte disponibili in taglie, colori e modelli diversi.
Acquistandole è possibile sostenere l’associazione #Vorreiprendereiltreno.